Fatturazione Elettronica Enti Pubblici e Imprese

 

fatturazione-elettronica-650

Fattura Elettronica

Dal primo di gennaio 2019, la fattura in formato elettronico è obbligatoria per tutti i soggetti IVA residenti o stabili in Italia. Sono esonerati dall'obbligo i soggetti IVA in regime di vantaggio, in regime forfettario e i piccoli produttori agricoli. Per queste categorie l'esonero, comunque opzionale, riguarda il ciclo attivo, le fatture fornitori saranno prevalentemente in formato elettronico. Che sia attivo che passivo la fatturazione elettronica coinvolgerà po tutti. Utile e opportuno consultare la guida dell'Agenzia delle Entrate e la circolare 89757 del 30/04/2018.

La scelta fatta a livello nazionale si colloca in una strategia europea indirizzata a generalizzare il formato elettronico, sullo standard UBL (Universal Business Lenguage), per i documenti commerciali e di trasporto in tutti i paesi dell'Unione.

L'adeguamento all'obbligo normtivo è occasione per ripensare la propria strategia di impresa e aggiornare i propri sistemi gestionali. Il formato elettronico, come tale, semplifica i processi di acquisizione e contabilizzazione dei documenti, riduce i costi di stampa, archiviazione e conservazione, facilita la ricerca e la consultazione, migliora la tracciabilità dei dati nei rapporti commerciali.

 

PICAM7 - Fattura Elettronica

PICAM7 sia nella versione Azienda Full sia nella versione Azienda Light, è attrezzato con un modulo opzionale per la fatturazione elettronica. Nel modulo Fattura Elettronica di Picam7 ci sono tutte le funzioni per l'emissione delle fatture ai clienti e per l'importazione delle fatture fornitori. Viene gestito tutto il ciclo documentale Preventivo/Ordine/DDT/Fattura sia per i Clienti sia per i Fornitori

Ciclo attivo

  • Creazione e invio della fattura in formato elettronico sia in modalità immediata che in derivazione da DDT o da ordine con la possibilità di invio singolo o massivo.
  • Gestione della firma
  • Ampio filtro selettivo per la gestione dei file XML creati e archiviati.
  • Funzioni di visualizzazione e di stampa in diversi formati
  • Gestione delle notifiche con assegnazione automatica al documento di competenza.
  • Funzioni per la trasmissione dei documenti al commercialista e al consulente fiscale

Ciclo passivo

  • Mantenimento della funzione multiaziendale con la possibilità di definire canali indipendenti di comunicazione con il sistema di interscambio SDI
  • Scarico automatico dal sistema di interscambio SDI dei file fatture e delle notifiche
  • Processo differenziato per la gestione assistita del magazzino
  • Scarico degli ordini/DDT fornitori
  • Verifica e aggiornamento dei dati anagrafici dei singoli fornitori
  • Creazione e inserimento automatico delle nuove anagrafiche
  • Gestione dei codici articolo fornitore con autoapprendimento, creazione assistita dei nuovi articoli
  • Registrazione immediata o differita in prima nota contabile, gestione delle scadenza e dei pagamenti

 

Accreditamento sul Sistema di Interscambio (SDI)

È possibile trasmettere e/o ricevere le fatture elettroniche anche solo attraverso un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC): in questo caso non occorre alcuna richiesta di accreditamento al SDI

  • La richiesta di accreditamento serve solo se un'azienda intende creare un canale telematico dedicato e sempre attivo (canale di tipo FTP o Web-Service) tra i suoi server e il SdI: questa procedura, quindi, è rivolta a quegli operatori caratterizzati da un particolare grado di informatizzazione, capaci di gestire con continuità e con costante presidio di personale il sistema informativo collegato al SdI e che devono trasmettere e/o ricevere un numero molto rilevante di file fatture elettroniche.
  • Si ricorda che la casella PEC ovvero il canale telematico accreditato (FTP o Web-Service) non devono necessariamente essere intestati all'operatore che deve emettere/ricevere la fattura elettronica (cedente/prestatore o cessionario/committente), ma quest'ultimo può trasmettere/ricevere le sue fatture anche attraverso PEC o canale telematico di uno o più intermediari.

Decreto legislativo nr. 127 del 05/08/2015

Legge di Bilancio 2018

carrello50info50

 

Fattura Elettronica: Cosa Cambia

  • Il nuovo obbligo di fatturazione in formato elettronico riguarda tutti i soggetti IVA, entra in vigore dal 1° gennaio 2019 secondo le disposizioni previste nella legge di bilancio 2018.
    Riguarda tutti: il comma 909 designa i soggetti privati su cui ricade l’obbligo di emissione delle fatture elettroniche per le cessioni di beni e le prestazioni di servizi:
    • residenti
    • stabiliti
    • identificati nel territorio dello Stato.
  • Sono esonerati da tali disposizioni solo i soggetti che operano in regime di vantaggio e coloro che applicano il regime forfettario.
    I soggetti obbligati potranno invece avvalersi di intermediari per la trasmissione delle fatture elettroniche, ferme restando le responsabilità del soggetto che effettua la cessione del bene o la prestazione del servizio.
  • La trasmissione delle fatture elettroniche avverrà attraverso il Sistema di interscambio (SDI) istituito dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e già utilizzato per le operazioni con la Pubblica Amministrazione.
  • Anche per le fatture elettroniche c'è l’obbligo della corretta conservazione. Gli obblighi di conservazione si intendono soddisfatti per tutte le fatture elettroniche nonché per tutti i documenti informatici trasmessi attraverso il Sistema di Interscambio. Il sistema di conservazione fornito dall'Agenzia delle Entrate è gratuito ma deve essere espilcitamente sottoscritto e attivato.
  • Fatture emesse con modalità diverse dal formato elettronico, saranno considerata non emesse e verrà applicata la sanzione prevista in caso di violazione degli obblighi relativi alla documentazione, registrazione ed individuazione delle operazioni soggette ad IVA.
  • Per le fatture tra privati (B2B) non è necessario apporre la firma elettronica

 

 

Support Ticket System

help-desk263

per le segnalazioni e la richiesta di assistenza è attivo il servizio di supporto on-line (è richiesta la registrazione) ?

 

Supporto Documentale

abbiamo attivato un servizio di supporto documentale per rendere facilmente disponibili, ai clienti registrati, manuali, note tecniche, aggiornamenti

GRIS30 Gestione Rete di Imprese

GRIS30 Piattaforma basata su WEB per attività organizzate su modello a rete

Il progetto si propone di:

  • fornire alle piccole e micro imprese uno strumento di gestione  per le attività commerciali  e di relazione, aumentandone  visibilità e capacità di azione e stimolandone la crescita economica
  • promuovere l’aggregazione e la collaborazione tra imprese, la condivisione delle conoscenze, la creazione di valore sociale attraverso un modello organizzativo a rete di tipo paritetico.

www.gris30.eu

1998-2018 © Servizi informatici srl - p.IVA 10052250155 - policy del sito - uso dei cookies e tecnologie simili - chi siamo